mercoledì 12 gennaio 2011

Primo divertissement: La diciassettesima lettera

Divertissement, cioè “divertimento”. Pascal lo intese come “deviazione” e “allontanamento” dal pensare a se stessi e dal concentrarsi sulla propria interiorità. Pertanto lo considerava la peggiore piaga del mondo. Di più, una cosa ignobile e pericolosa. Personalmente lo ritengo una valvola di sfogo, purché sia innocuo e intelligente. Ecco la ragione per cui ho deciso di pubblicare sul mio blog alcuni divertissements di cui sono l’autore impunito. Sono frutti inediti e senza ambizione di una stagione che non conosce solstizi né equinozi. Per quanto non abbia più l’età della “stupidera”, non mi vergogno di avere scritto cose apparentemente senza senso, ma il cui senso, se esiste, è dare una senso ai momenti in cui ci si congeda dall’Io per dare spazio agli altri che vivono dentro di noi. In fondo, come diceva Pirandello, siamo uno, nessuno e centomila. Il primo divertissement che offro ai miei lettori è una lettera scritta in un ex Ospedale psichiatrico e mai spedita.

La diciassettesima lettera
Sondrio, sei settembre.
Salve, spettacolare Susanna! Scrivesti strofe suadenti, sermoni struggenti, sentenze splendide. Sai… sono sinceramente sbigottito. Senza saperlo stillasti sulla stoffa sudata, scolpisti sullo scoglio scavato, soffiasti superba sul sentiero seminato. Sei sorprendente, sognatrice sibillina. Sì, sono stupefatto, scompigliato, sconquassato. Sei salamanna soave, sauvignon sapido, savoury stupefacente. Sei scoiattolo silvestre? Stabilirò sicuramente se sai squittire. Sei scricciolo, salamandra, sanguisuga? Saprò saggiarti, stai sicura! Sprigiona scariche scintillanti, smagliante sfavillio solare! Se sei sadica soffrirò silenziosamente. Se sei sincera saprai salvarmi. Sono spregiudicato, sciagurato, salace, sguaiato, sboccato, scalcagnato, scapestrato, scalmanato, scombussolato, sconvolto, strafottente, scurrile, spietato, spudorato, suscettibile, sfrenato, sornione. Sufficit! Sono sottosopra. Sogno schermaglie sensuali, soddisfazioni strepitose, sotterfugi suggestivi, sfoghi solleciti. Solo spogliandoti saprò se sei sessualmente sfolgorante. Solo spogliandoci sapremo se siamo simpatetici. Soffia Scirocco, scaraventati Samùn, scatenati Satana! Se saprai stimolarmi sarò Saladino scellerato, sceicco saudita, satiro sibaritico, salmone saporito, scimitarra scintillante, scudiero sapiente, samurai, semidio, superuomo, sahib, satrapo, sepoy, selgiuchide, shogun, skipper, saltimbanco, stantuffo strabiliante. Se saprò scalfirti, sarai sabbia sahariana, seta sofisticata, serpe silente, sancta sanctorum, sovrana spavalda, starlet stravagante, sorbetto sopraffino, solluchero. Sorgi subito, sfinge sublime. Se sarò Sandokan, Sacripante, Sansone, Sardanapalo, Sigfrido, Solimano, sarai Salomè, Sofonisba, Salambò, Sherazade, Semiramide, Shakira? Sii seducente. Sii scandalosa, sfrenatamente, senza spauracchi. Sputami sulla scorza spregevole, sferzami sulla schiena scempia, sbeffeggiami, sbranami, strapazzami, scompigliami, spettinami, scimmiottami, sgomentami, sciupami, sbaciucchiami, soffocami, spremimi, stringimi, sussurrami sottovoce suoni seducenti. Sono sopraffatto, steso, stretto, stricto sensu. Scusami se sono sciocco, senza senno. Sculacciami. Sì, sculacciami sul sederino. Serve. Se serbi sentimenti sinceri, se sai sopportare, soprassedere, sopravvivere… sposiamoci, Susanna. Sì, sposiamoci. Sdraiamoci sul shirwa’n, sul seikur, sulle siepi silvane, sulla salsapariglia svizzera, sui silenzi siderali. Saliamo sullo sconfinato sky-scraper, sulle sommità scoscese, sulle stelle sovrastanti! Scruteremo sultanati sodomitici, scenari scabrosi, simulacri scandalosi. Scaglieremo schegge, saette, strali. Suvvia Susanna, sposiamoci! Saltiamo sul sampan, sul sambuco, sullo sciabecco, sulla scialuppa solitaria. Scivoliamo sulle superfici sinuose. Sprofondiamo silenziosamente. Saremo soli? Senza suocera? Speriamo. Sbarcheremo sulle suggestive sponde sudafricane, sulle spumeggianti spiagge senegalesi. Sverneremo sulle soporifere Seychelles, soggiorneremo sul sacro suolo siculo. Scegli, stupenda Susanna. Sbizzarisciti, sirena seduttrice. Scegli: Shanghai, San Paolo, Singapore, Sydney, Sumatra, Santiago, Samoa… Stimi superiore Saronno? (Sic!) Sebbene sia smisuratamente squallida, Saronno sarà sentimentale se saremo scriteriati. Sarai sorpresa, sabato. Sarai soddisfatta. Scommettiamo? Saluti sinceri.  
Serafino Silvestri.

Nessun commento:

Posta un commento